Skip to main content

Assunzioni a tempo indeterminato 2024: Maxi-deduzione per i Datori di Lavoro


Scopri come le aziende possono abbattere il costo del lavoro fino al 30% grazie alla maxi-deduzione per le assunzioni a tempo indeterminato nel 2024.

Introduzione

Nel 2024, le aziende italiane possono beneficiare di nuove maxi-deduzioni per le assunzioni a tempo indeterminato, offrendo un’opportunità unica per ridurre il costo del lavoro. Tuttavia, per accedere a queste agevolazioni, è essenziale che le aziende dimostrino un incremento occupazionale netto. Questa news esplorerà le novità introdotte dall‘art. 4 del Decreto Legislativo 30 dicembre 2023 n. 216, del Decreto Ministeriale 25 giugno 2024 e della relazione illustrativa, fornendo una guida completa su come accedere a questi benefici.

Cosa prevede la Legge

L’art. 4 del Decreto Legislativo n. 216 del 30 dicembre 2023 introduce importanti agevolazioni per le assunzioni a tempo indeterminato. Queste agevolazioni mirano a incentivare la stabilizzazione del mercato del lavoro, riducendo i costi associati alle nuove assunzioni. In particolare, l’articolo specifica che:

  • Maggiore Deduzione del Costo del Lavoro: Le aziende possono dedurre una quota maggiore del costo del lavoro per ogni nuova assunzione a tempo indeterminato.
  • Incremento Occupazionale Netto: Le agevolazioni sono subordinate all’incremento del numero di dipendenti a tempo indeterminato rispetto alla media dei dipendenti degli ultimi 12 mesi.
  • Applicazione Immediata: Le deduzioni sono applicabili immediatamente, a partire dall’anno fiscale 2024.

Come funziona

Le aziende che assumono nuovi dipendenti a tempo indeterminato possono detrarre dai propri redditi un importo maggiore rispetto al costo effettivo del lavoro.
Nella normalità dei casi, deducibilità dal reddito del datore lavoro 2024 del costo del personale agevolato nella misura del 120% anziché del 100%
In caso di soggetto svantaggiato, come disabili, giovani under 30 e donne vittime di violenza. deducibilità dal reddito del datore lavoro 2024 del costo del personale agevolato nella misura del 130% anziché del 100%

Deduzione al 20%:

  • Spetta a tutte le nuove assunzioni a tempo indeterminato effettuate entro il 31 dicembre 2024.
  • Permette di detrarre dai redditi d’impresa un importo pari al 20% del costo del lavoro sostenuto per il nuovo dipendente.
  • Si applica a tutti i tipi di contratto a tempo indeterminato (full-time, part-time, ecc.).

Deduzione al 30%:

  • È una maggiorazione della deduzione al 20% riservata a specifiche categorie di lavoratori svantaggiate.
  • Permette di detrarre dai redditi d’impresa un importo pari al 30% del costo del lavoro sostenuto per il nuovo dipendente.
  • Si applica alle seguenti categorie di lavoratori svantaggiate:
    • Disabili: persone con invalidità civile pari o superiore al 46%.
    • Giovani under 30: lavoratori con età inferiore ai 30 anni alla data di assunzione.
    • Donne vittime di violenza: donne che hanno subito violenza di genere e che si trovano in condizioni di disoccupazione o di precarietà lavorativa.
    • Lavoratori residenti in zone svantaggiate: lavoratori che assumono un’attività lavorativa in comuni del Mezzogiorno, nelle aree interne o in altre zone svantaggiate.

Esempio:

Un’azienda assume un nuovo dipendente disabile a tempo indeterminato con un stipendio mensile lordo di 2.000 euro.

  1. Deduzione al 20%: l’azienda può detrarre dai propri redditi un importo pari al 20% di 2.000 euro, ovvero 400 euro al mese. In un anno, l’azienda potrà risparmiare fino a 4.800 €
  2. Deduzione al 30%: nel caso di assunzione di persona appartenente ad una categoria svantaggiata l’azienda può detrarre dai propri redditi un importo pari al 30% di 2.000 euro, ovvero 600 euro al mese. In un anno, l’azienda potrà risparmiare fino a 7.200 €

Quali sono i vantaggi

  • Riduzione fiscale per il Datore di Lavoro: le imprese possono risparmiare fino al 30% sul costo di ogni nuovo dipendente assunto a tempo indeterminato.
  • Maggiore flessibilità: la maxi-deduzione favorisce l’assunzione di personale a tempo indeterminato, garantendo maggiore stabilità e flessibilità alle aziende.
  • Stimolo all’occupazione: l’obiettivo del Governo è di creare nuovi posti di lavoro stabili e duraturi.

Come accedere alla maxi-deduzione

Per accedere alla maxi-deduzione, le aziende devono seguire alcuni semplici passaggi:

  • Assumere un nuovo dipendente a tempo indeterminato entro il 31 dicembre 2024.
  • Comunicare l’assunzione all’INPS tramite il modello Unilav.
  • Conservare la documentazione che attesta l’assunzione e il pagamento dello stipendio.

La maxi-deduzione per le assunzioni a tempo indeterminato introdotta dal Governo per il 2024 prevede due aliquote differenti: 20% e 30%.

Come si può verificare se un lavoratore rientra nelle categorie svantaggiate

Per verificare se un lavoratore rientra nelle categorie svantaggiate, è necessario consultare la relazione illustrativa allegata al Decreto Ministeriale 25 giugno 2024. La relazione illustrativa fornisce un elenco dettagliato delle categorie di lavoratori ammessi al beneficio, con i relativi requisiti.

Elenco riassuntivo delle categorie di lavoratori svantaggiate:

    • Disabili: persone con invalidità civile pari o superiore al 46%.
    • Giovani under 30: lavoratori con età inferiore ai 30 anni alla data di assunzione.
    • Donne vittime di violenza: donne che hanno subito violenza di genere e che si trovano in condizioni di disoccupazione o di precarietà lavorativa.
    • Lavoratori percettori di reddito di cittadinanza: ex beneficiari del reddito di cittadinanza che hanno perso il beneficio e non possono accedere al reddito di inclusione.
    • Lavoratori residenti in zone svantaggiate: lavoratori che assumono un’attività lavorativa in comuni del Mezzogiorno, nelle aree interne o in altre zone svantaggiate.

Conclusioni

La maxi-deduzione per le assunzioni a tempo indeterminato è un’opportunità unica per le imprese di ridurre il costo del lavoro e incrementare l’occupazione. Si tratta di un incentivo concreto che può dare nuovo slancio all’economia italiana.

In sintesi

La maxi-deduzione per le assunzioni a tempo indeterminato offre alle imprese un’importante opportunità per ridurre il costo del lavoro e incentivare l’occupazione, soprattutto per le categorie di lavoratori più fragili.

PER APPROFONDIMENTO CON IL DOTT PONZIO ACCEDI ALLA PAGINA “QUESITI ON LINE
0
    IL TUO CARRELLO
    Il tuo carrello è vuotoTORNA AL NEGOZIO